L’uomo stava lavando l’automobile con la canna dell’acqua sotto la pioggia battente. Probabilmente c’era una logica in questo. Anche se io non saprei dire quale.

Ad ogni modo oggi qui piove, ha iniziato ieri sera e stamani ho trovato le finestre del soggiorno coperte da minuscole goccioline di acqua. Segno che il brutto è arrivato da sud, dal golfo di Genova. Brutta cosa quando viene da lì, in genere dura per giorni e giorni. Spero di sbagliarmi questa volta, perché domani vorrei usare la bicicletta per spostarmi, e non ho voglio di sembrare un puffo invecchiato sotto la mia mantella da pioggia.

Andrò a tenere la seconda lezione di maglia alle bambine di una scuola del circondario, un’iniziativa del consiglio dei genitori in cui una mamma mi ha coinvolto. Sono bimbe di tutte le classi, alcune di prima elementare, fino alla quinta. Carine, come solo le bambine di quell’età sanno essere. Un po’ inizialmente intimidite da questa donna sconosciuta, poi pian piano con sempre più confidenza, chi più chi meno. Qualcuna ha osato perfino chiedere il mio nome!
Erano tenere per come non sapevano muovere le mani: qualcuna, grazie forse ad un’apprendimento materno, sapeva già un pochino lavorare, qualcun’altra dopo i primi incerti movimenti ha “sentito” come fare ed è partita. Altre erano veramente più in difficoltà, e chiedevano continuamente il mio aiuto.

E’ stato bello, devo ammetterlo, a me piace insegnare, qualunque cosa. Quando era l’argilla che manipolavo, avevo organizzato un corso per bambini nel mio laboratorio, ed era bellissimo (anche se molto stancante!) vederli “paciugare” con la creta, creare piccole cose informi che a loro dire erano meravigliosi capolavori. Mi piaceva averli intorno, sentirli chiamarmi per nome sollecitando un mio aiuto, un consiglio, ma anche raccontarmi cose loro, avvenimenti scolastici o famigliari, storie che li vedevano protagonisti o semplici spettatori. Tutto un mondo fantastico il loro.

Chissà, forse nella prossima vita oltre alla batterista, all’esploratrice di nuovi mondi, all’astronauta, (e alla ballerina ovviamente) decido di fare la maestra elementare.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...