A volte, come la notte scorsa, penso di averlo perso per sempre. Sento che anche quel giorno che tornerà, non sarà più la stessa cosa, non sarà più lui.

Altre volte non mi importa, mi ripeto che è giusto così, che lui ha la sua vita e la deve vivere senza di me.

Altre ancora sono arrabbiata con lui, lo prenderei a schiaffi se fosse qui, per poi abbracciarlo stretto.

Ma il sentimento predominante è la tristezza per la perdita, il dolore per il senso di non meritarmelo, e la paura che non torni più.

La notte è il momento peggiore, quando mi sveglio per qualche dolore e inizio a pensare, a rigirarmi nel letto, incapace di trovare pace, nel corpo e nell’anima. Tutto si ingigantisce, l’immaginazione galoppa verso finali tragici, sento la voglia di continuare a vivere che se ne va, e vorrei solo sprofondare in un sonno senza risveglio. Ma nemmeno quello arrivo, e così rimango insonne per ore e ore, fino a che al mattino, esausta, piombo in un sonno senza sogni che mi lascia le membra spezzate e deboli, e la mente confusa piena di lacrime non versate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...