Lo scorso autunno mia cugina svuotando la casa dove zia era appena morta, per metterla in vendita, ha trovato una busta con molte delle mie lettere che le avevo scritto negli anni. Zia le aveva conservate. Lei mi chiese se le volevo indietro, e io dissi di sì.
Rileggendole allora mi è sembrato di fare un tuffo nella mia vita passata, tanti ricordi sono riaffiorati alla mente, ricordi dei miei bambini piccoli, dei miei genitori, delle scelte che ho fatto nel tempo, di momenti felici o tristi.
Non volevo conservarle quelle lettere, né buttarle, così ho pensato di trasferirle nel computer, e trasformarle in un blog. Il blog della mia vita, in un qual certo modo.

Certo, la mia vita è stato anche altro, c’è molto di più di quanto scritto in queste lettere. Diciamo che questo è un “canovaccio” della mia vita, un po’ come si fa quando si scrive una storia o una pièce teatrale; prima si butta giù un canovaccio della storia, e poi la si approfondisce.
Ora io non voglio approfondire, quello che ho vissuto lo so già e tanto basta. Però mi piace ricordare, e rileggere queste pagine mi fa ricordare.

Ho cambiato i nomi delle persone ovviamente, nemmeno io mi chiamo Linda, ma il resto è tutto vero: vero che ho tre figli, e ora tre nipoti (e mezzo, uno è in arrivo….), che una figlia vive in Canada, vero che ho avuto un laboratorio di ceramica, che ho vissuto a San Gimignano, che mi sono poi occupata di webdesign, che ora vivo a Lugano.. tutto vero.

Ora sto pensando a cosa farne di questo blog. Qui ho incontrato belle persone, che mi seguono e mi lasciano un segno del loro passaggio, altre se ne aggiungeranno in futuro;  anch’io vado a trovarle nelle loro “case”, e trovo pensieri profondi o divertenti, racconti e saluti simpatici.
Così penso di continuare, di rimanere qui. Non so ancora cosa scriverò, se parlerò di me e della mia vita attuale (piuttosto banale ora, ormai sono una nonna pensionata…) o di altro. Per esempio di libri letti che mi hanno appassionato. O di spettacoli e concerti che ho visto e sentito. Di sicuro in tutto questo ci saranno i miei sentimenti e le mie emozioni. Perché alla fine non so fare altro.

E da una ballerina mancata cosa volete aspettarvi d’altro?

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...