cara zia,
ti ringrazio per i soldi che mi hai mandato! Non avresti dovuto sai, hai i tuoi figli a cui pensare, di sicuro qualcuno di loro avrebbe bisogno di una mano come ce l’ho io. Sei tanto cara, so che lo fai anche in ricordo di mamma, la tua cara sorella alla quale eri molto legata. Grazie ancora, non ti nascondo che mi sono stati utili per l’affitto di questo mese.

Le cose sono dure, molto dure per me. Come ti avevo detto hanno cercato di mandarmi via e ho dovuto rivolgermi ad un avvocato e fare ricorso. Per fortuna avendo i fratelli qui, potendo dimostrare di avere ormai tutti i parenti solo qui (a parte i figli che ho detto erano tutti lontanissimi… ) e dimostrando che bene o male qualcosa guadagno… mi hanno alla fine permesso di restare.

Nel frattempo ho trovato un lavoro meno faticoso di quei due piccoli bimbi che curavo e che mi spezzavano la schiena. Ora devo occuparmi di una ragazzina di undici anni. La recupero allo studio del padre dove lei arriva alle quattro, alla fine delle lezioni della scuola media, e la accompagno a casa loro nel paese vicino, rimanendo con lei fino alla sera verso le diciannove o venti, quando il padre termina il lavoro e rientra a casa. La matrigna (la mamma vive a Milano, sono divorziati anche loro), lavora anche lei in banca ma non tutti i giorni, così che io vado solo nei giorni in cui lei lavora.
La ragazzina è molto carina, bellissima tra l’altro, ha degli occhi blu meravigliosi e credo che quando sarà più grande suo padre avrà non pochi problemi con i futuri corteggiatori! E’ però molto sveglia e furbetta, cerca sempre con le moine e i suoi modi gentili di fregarmi, per esempio con i compiti o quello che deve studiare, e vorrebbe sempre guardare la televisione e sopratutto ballare sulle note di Michel Jackson. Ma dato che io ho una certa esperienza di figli furbetti… non mi faccio fregare!
Ed è proprio quello che mi raccomandano i genitori, di farle fare ciò che vogliamo noi e non ciò che vuole lei. Però mi è molto simpatica… anche se non vuole mai mangiare nulla di sano e nutriente, vivrebbe a chips e hamburger!!!
Il lavoro mi piace, ho comunque del tempo libero, e poi sono padrona di gestirmi come preferisco. Il problema è solo che guadagno poco, essendo praticamente un part-time e non tutti i giorni, non è che guadagno a sufficienza per vivere. Arrivare a fine mese è veramente dura, e devo attenzione continuamente a come spendo i soldi.
Intanto però, in attesa di tempi migliori…. questo lavoro va più che bene. D’alta parte a sessant’anni cosa vuoi trovare? Nessuno ti assume più, ormai. E’ già tanto aver trovato lavoro come baby-sitter (o tata come mi chiama lei…).
Ma non mi lamento, lo sai che non mi lamento mai io, constato solamente i fatti.

Ho anche recuperato il rapporto con un’altra guida territoriale, quella di Genova e Liguria. Lui aveva anche lavorato a suo tempo con Mario, (ti ricordi vero?) e come guide ci siamo sempre aiutati. Le nostre due regioni confinano, così che spesso uno trovava eventi che riguardavano l’altro e ce li passavamo. Lui ora lavora per un’agenzia di webdesign, ma a differenza mia ha famiglia, moglie, una figlia e una in arrivo, così che ha bisogno di lavorare e guadagnare di più. Qui le tariffe sono anche più alte che in Italia, e io non so fare tutto, così l’accordo sarebbe di darci una mano dividendo il lavoro. Il problema sarà trovare clienti… ma non dispero, sai che io ho molte risorse dentro me, e sono convinta che anche questa volta…ce la farò!

Grazie ancora per il tuo sostegno cara zia, e a presto.
Linda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...