Cara zia,

e così siamo arrivate al nuovo secolo! Ti saresti mai immaginata di vivere così a lungo da vedere questa cifra scritta sul calendario? Tu che sei nata alle soglie della prima guerra e hai vissuto pure la seconda, che effetto ti fa? E come hai trascorso il capodanno? Io ero un po’ emozionata, non capita a tutti di vivere il passaggio fra due secoli. Ero a casa di Marina e c’era pure sua mamma, che poverina soffre di demenza senile, ma è carina, sorride sempre e mi riconosce, sa che sono amica di sua figlia. Poi ti chiede venti volte la stessa cosa, e ci vuole pazienza con lei, ma si è divertita lo stesso a giocare a carte con noi per passare il tempo fino a mezzanotte.

Ora Marina ed io abitiamo vicine, dopo che ho chiuso il negozio a Milano e sono tornata qui, ho trovato casa vicino a lei. E’ un complesso residenziale di case a schiera, con i giardini in comune, molto belle e comode perché vicine al centro del paese. Sono abitazioni su due piani, con le camere al piano superiore, e hanno anche un seminterrato con la lavanderia (un po’ come da te) che confina con il garage sotterraneo. Io invece ci ho fatto il laboratorio… tanto per cambiare! Con Sean abbiamo trovato l’accordo per collaborare, così lui viene con il treno un paio di volte alla settimana a lavorare con me. Abbiamo ognuno il proprio spazio, e ho anche un po’ di compagnia ogni tanto. Lui è un gran chiacchierone, mi fa ridere come mi racconta di sue conoscenze nel mondo della moda, sai persone un po’ strane, particolari… un mondo sconosciuto per noi. Ma mi porta parecchio lavoro e sono contenta di poter continuare a guadagnare con la ceramica.

I ragazzi vengono spesso a trovarmi, ho mantenuto due camere per loro, una per Martina e una per Lorenzo, e lui passerà con me anche le vacanze estive, prima di riprendere la scuola. Mi ha un po’ sorpreso quando mi ha chiesto di poter andare a vivere con suo padre, ma d’altra parte penso sia normale che un maschio possa confrontarsi con il maschile, così non mi sono opposta e l’ho lasciato andare. Come sai Martina era già uscita di casa, quindi cosa ci restavo a fare io da sola in quella grande casa a Milano? Per questo anche sono tornata qua, oltre che perché ormai non resistevo più nella grande città. Non mi piace Milano, se non per momenti culturali e artistici, non mi piace viverci. Io sono per le piccole città, i paesi, le realtà di provincia.

Però sto pensando di andarmene anche da qui, sai. Al momento mi va bene stare qui perché avevo bisogno di un posto dove stare, rannicchiarmi, ritrovare un po’ me stessa e capire cosa voglio fare ora della mia vita. Ora che i figli sono grandi e non hanno più bisogno di me, perlomeno dal punto di vista materiale. Perché della mamma avranno sempre bisogno, vero?
Ora è tempo che pensi finalmente a me stessa, devo trovare il mio centro, quel luogo dello spirito, ma anche fisico, dove sentirmi “a casa” con me stessa.
Un’amica ceramista si è trasferita con suo marito fotografo a San Gimignano, in Toscana, e hanno aperto un negozio-laboratorio, vendendo le loro opere ai numerosi turisti stranieri che passano in quella splendida città. Mi hanno chiesto se a giugno posso andare a sostituirli, permettendo loro di fare un po’ di vacanza; cosa che mi permetterà di vedere come si vive laggiù e come potrebbe essere fare la stessa cosa per me. Una bella opportunità per me di provare e capire se sia fattibile. Inoltre è sempre stato il mio sogno vivere in Toscana, e in questo modo avrò la possibilità di guardarmi anche un po’ in giro.
Ma per ora mi accontento della Brianza… e della pace che regna qui.

ciao cara, ti abbraccio forte… e ancora buon 2000!
Tua Linda

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...