Cara zia,

Da sabato ci troviamo di nuovo qui in montagna, per trascorrere quindici giorni in mezzo alla neve e, speriamo, al sole. Finora abbiamo avuto bel tempo e abbiamo già sciato molto. Martina va alla scuola di sci dalle dieci alle sedici, Gaia che scia già bene viene con me, e Lorenzo sta con la ragazza alla pari. Mi aiuta anche in casa e si occupa di lui così io posso anche sciare. Sergio è rimasto qui per tutto il fine settimana, poi è tornato a lavorare e tornerà qui di nuovo venerdì. Purtroppo il lavoro è molto e complicato e non può lasciarlo per più di pochi giorni. Comunque ci accontentiamo.

Hai visto che bel regalo mi ha fatto per il mio compleanno? Questa bella macchina per scrivere elettrica, così ora posso scriverti tante belle lettere senza stancarmi e senza la mia “zampa di gallina”.
Era un desiderio che coltivavo da tanto tempo, perché il mio sogno segreto è di scrivere un libro. Chissà se ci riuscirò? A volte mi sembra facile, altre volte mi sembra una cosa così difficile che mi scoraggio prima ancora di iniziare. Adesso quando leggo un libro, non lo leggo solo per la storia, ma osservo come è scritto, come descrive l’autore i panorami, o i personaggi, la trama, insomma lo leggo con un occhio dalla parte dell’autore, se capisci cosa voglio dire.
Purtroppo ora ho poco tempo a disposizione, e il tempo è una componente essenziale per potersi concentrare ed entrare nella storia. Però mi dico che se in commercio ci sono anche tanti brutti libri, mal scritti, o che non dicono niente al lettore, vuoi che non riesca anch’io? Chi lo sa!

I bambini sono stati fuori a giocare fino ad ora in mezzo alla neve con il bob, e ora sono rientrati tutti bagnati fradici, ma si sono divertiti molto, e hanno le guancine tutte rosse. Sono bellissimi da vedere! Stanno tutti bene, grazie al cielo, quest’anno sembra che la vacanza vada meglio dello scorso anno, per fortuna. Anche Lorenzo si diverte molto, pur se per lui la neve non è più una novità ormai, vista tutta quella che è venuta a casa nostra! Ha nevicato per tre giorni di fila, e ha causato parecchi disagi, sia alle semplici persone come noi che alle ditte per via dei trasporti. Pensa che nei negozi in certi giorni non trovavi la merce, perché non erano arrivati i rifornimenti. Roba da sentirsi in tempo di guerra!

Chissà quando avrò l’occasione di rivederti… ormai le famiglie crescono e diventa sempre più difficile spostarsi e ritrovarsi con gli altri. L’estate poi sembra tanto lunga, ma fra le vacanze e gli impegni passa in un lampo e sfugge senza che ci si possa magari ritrovare. Comunque noi quest’anno abbiamo deciso di andare al mare in agosto, per goderci la piscina in luglio, quando da noi fa più bel tempo. Al mare andremo all’Elba, dove abbiamo affittato una casa per tutto il mese. Fino a che Lorenzo è ancora piccolo dobbiamo andare in una casa, possibilmente vicino alla spiaggia, cosa all’isola d’Elba non facile da trovare, perché molto rocciosa.

A proposito di libri, sai che per tanto tempo ho pensato che avrei scritto un libro sulla vostra numerosa famiglia? Sui miei ricordi di bambina, quando passavo le vacanze da voi, nella vostra grande casa, con il laboratorio, tutti i miei cugini, e lo studio dello zio con la sua collezione di francobolli e le altre cose misteriose che conteneva. Chissà, forse un giorno riprenderò questa idea…

Per ora un caro saluto e un grande abbraccio. Linda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...